Dic 24 2007

vigilia in casa vitantonio, non so se mi spiego

Published by lucilla at 13:16 under campobasso, carla vitantonio, famiglia

oggi è vigilia, la tradizione vuole che a casa si digiuni. E infatti alcuni anni fa tornai a casa per ora di pranzo e chiesi a che ora era prevista la magnata. Mia mamma con sguardo sconvolto mi rispose (tutti gli interventi di mia mamma vanno letti con accento casertano e tono melodrammatico) ”figlia mia primogenita, ma oggi è vigilia, oggi è digiuno!!!”E dunque mestamente mi avviai verso la mia stanza, pensando che dopo qualche ora avrei provato a rubare qualcosa dall’iperfornito frigorifero del pianterreno. Verso le 2 tentai il furto e quatta quatta scesi in tavernetta, dove trovai tutta la sacra famiglia, mamma, papà e sorelle, in piedi. Ognuno aveva in mano un gigantesco panino grondante olio fritto e frittata di cipolle. “ma come”, esclamai “non era digiuno, oggi?” e la mamma, saggiamente “eh appunto, noi ci stiamo solo appoggiando un poco lo stomaco all’impiedi”
E da allora la famiglia vitantonio è nota in tutta campobasso per i fritti del digiuno, saporitissimi e proibiti.
Anche quest’anno il rito sarà celebrato, e il mio concupito, l’uudm, baderà bene ad arrivare in tempo per l’ora di pranzo (ops, l’ora del digiuno, che lapsus) così da poter celebrare meco la santa vigilia e il santo digiuno.
Digiuno che ci preparerà, noi e i nostri stomaci, alla grande maratona alimentare che comincerà alle otto di stasera per terminare con la cena di santo stefano. Io, sinceramente, non so se sono pronta. Ma ritirarsi è impossibile. Io ogni anno in dicembre dimagrisco quattro chili all’uopo.
Quest’anno non ci tocca nessuna delle nonne vaganti. Entrambe fanno i loro giri e saranno alloggiate al capotavolo di altre famiglie. Ciò nonostante siamo assai: mamma, papà, sorella fuego e marito, sorella kikò, sorella piccolissima, io e concupito, badante. (Scusate, ma questa badante a che serve? potrebbe domandare qualcuno. E io rispondo, venite a casa dei miei e vedrete. Ce ne vorrebbero quattro per lo meno). E la grande novità è, mioddio, che fuego, non contenta di essersi sposata fulmineamente il sette gennaio duemilessette, di essersi laureata dopo lungherrime attese il sei novembre duemilessette, oggi arriva e dichiara di essere pure incinta.
E così ha risolto per almeno altri due anni il problema di essere al centro dell’attenzione. Sono cattiva, vero? Si, si si! io sono e sarò la zia cattiva. Ciò nonostante mi sono già messa coi ferri in mano a fare una bella copertina per il nipote o la nipote o i nipoti, che ancora non si capisce bene. Insomma, ci vuole poco a farmi commuovere. Basta che sorema la smetta di dichiarare ai quattro venti ogni volta che va a vomitare, eccheccazzo.
Bene.
Già sento un certo profumino di frittura, è meglio che mi appropinqui, non vorrei mai perdere la cerimonia.
Non mancherò di aggiornare sugli altri imperdibili appuntamenti natalizi di casa vitantonio e cioè: lo spacchettamento dei regali con commozione di grandi e piccini, la famigerata tombola, la rivisitazione fantasiosa dei vangeli e degli atti degli apostoli.
E già i titoli dicono molto….

6 Responses to “vigilia in casa vitantonio, non so se mi spiego”

  1. mariaon 24 Dic 2007 at 13:36

    cento al post!
    mi fai morire!!
    mi appropinquo anch’io, va!! che ancora sono a roma, e i digiuni della vigilia marsicani assomigliano tanti a quelli di casa ttua!!

    un bacio carla

    buon tutto e buon nipote/a/i soprattutto!!
    maria

  2. zumalon 24 Dic 2007 at 16:35

    te, più passa il tempo e più mi affeziono. tu sei una persona che ha un impatto iniziale forte,anche nel leggerti. però poi col tempo arriva come qualcosa di più strutturato, di più solido, un gusto più profondo. fruttato,ma anche tannico al punto giusto. ti hanno tenuta in una barrique? se fossi un vino che vino saresti…mmh…?tipo un barolo chinato, ma lucilla chinata fa un’altro effetto. :-)

  3. zumalon 24 Dic 2007 at 16:35

    un altro senza apostrofo.
    scritto veloce.
    mi mette sempre tristezza fare errori cosi,anche se per fretta.

  4. manuon 26 Dic 2007 at 15:19

    ciao lucillina, lucilleide…ti giungerà presto mia missiva/telefonata. Piccione viaggiatore o cellulare? coincidenze allucinanti che ti stupiranno…ma intanto buon natale. Um beijo gordo.

  5. Panzallariaon 27 Dic 2007 at 00:07

    buone feste amichetta cara. questa storia la trovo proprio bellissima e mi sento molto fortunata che posso ascoltarla a voce!

    ci vediamo presto presto

    un abbraccio
    panz

  6. latangerinaon 27 Dic 2007 at 16:30

    auguri, non di magro, Lucilluzza, a te, all’Uudm, e alla simpatica famigliola
    che il 2008 ti porti tanto… tante cose belle, qualche sorpresa
    un abbraccio dalla tangerina

Trackback URI | Comments RSS

Leave a Reply